Camminare nella gravina di Petruscio grazie a un tour digitale

Non si può resistere alla forza naturale della gravina di Petruscio, l’imponente canyon che si snoda per circa 4 chilometri nell’arco ionico, (Mottola, Taranto). Un rifugio scavato nella roccia e abitato dall’uomo dalla preistoria fino al medioevo. 

Abbiamo voluto esplorare questo luogo senza tempo, immobile e solitario. Nei secoli è nata una simbiosi perfetta fra il villaggio rupestre scavato nella roccia e una natura selvaggia che ha preso il posto degli uomini e, ancora oggi, sembra custodirne i segreti e la storia.

Vogliamo condividere questa esplorazione in una zona suggestiva della gravina, ricca di case grotta, alloggi per gli animali, cisterne, scalinate scavate nella roccia. 

Con questo tour digitale possiamo mostrare al mondo un tesoro della storia e della natura per dare a tutti la possibilità di scoprirlo, soprattutto a chi non può visitarlo fisicamente.

Il nostro tour della gravina di Petruscio è pubblicato sul sito del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, nell’ambito dell’iniziativa di Solidarietà Digitale nata con la crisi del coronavirus.

Cerca Dimensione3 o Virtual tour per trovare il servizio sul sito ministeriale di Solidarietà Digitale >

Per raggiungere la gravina

La gravina di Petruscio si trova a Mottola (Ta). L’accesso è possibile presso l’area di sosta attrezzata in corrispondenza dell’incrocio della Ex statale 100 (a due chilometri da Mottola) e la strada provinciale proveniente da Palagianello. Superato l’accesso pedonale si percorrono circa 200 mt in direzione sud per raggiungere l’accesso alla gravina (il punto di partenza del tour digitale).