Arte e tour virtuali

Arte e tour virtuali

Il virtual tour come strumento per arricchire di nuovi valori il nostro patrimonio artistico: la fotografia immersiva e interattiva per migliorare la fruibilità di musei, monumenti, aree archeologiche, interni di edifici storici e grandi opere pittoriche e di architettura.

Avete presente la famosa “Enterprise” del Capitano Kirk di Star Trek Ricordate il mitico “teletrasporto”? La possibilità di essere a bordo dell’astronave e due secondi dopo sul suolo di un inesplorato pianeta? Vi piacerebbe vero? Certo ci vorrà un po’ di tempo ma forse un giorno ci arriveremo, per il momento dobbiamo accontentarci della notizia che alcuni ricercatori cinesi hanno ottenuto la sincronizzazione istantanea di una coppia di fotoni distanti 500 km l’uno dall’altro, il primo in laboratorio e il secondo in orbita attorno alla Terra, stabilendo il record di teletrasporto, appunto.

Eppure con una connessione ad internet, un tablet, un pc o uno smartphone e tanta curiosità, l’esperienza del Capitano Kirk e del fido vulcaniano dalle orecchie a punta Mister Spok possiamo replicarla. Potremmo immaginare ad esempio di trovarci in attesa di un treno alla Stazione di Milano e di volere con gli occhi, lo sguardo e la mente, essere proiettati a Roma, quasi teletrasportati, magari al secondo piano del Palazzo Pontificio scelto da Giulio II della Rovere come propria residenza … nelle famose stanze di Raffaello. Grazie al nostro smartphone, alziamo gli occhi e nelle “Stanza della Segnatura” vediamo i più grandi filosofi e matematici dell’antichità intenti a discutere animatamente tra loro … spostiamo lo sguardo e nella “Stanza di Eliodoro” vediamo gli affreschi che ricordano a tutti come Dio protegga la Chiesa quando viene minacciata … apriamo virtualmente porte e giriamo per le stanze … zoomiamo sullo spartito che regge in mano un giovane cantore … osserviamo un bellissimo notturno sulla parete di una finestra, con la luce della luna e di una torcia che si riflettono sulle armature dei soldati … scene concitate, con ombre profonde, colori densi … l’arte di Raffaello a portata di mano, come se fossimo lì.

Infiniti luoghi da visitare con un tour virtuale

Poi arriverebbe il nostro treno e dovremmo interrompere questo viaggio immaginario, ma il bello di un tour virtuale è proprio questo. Poterlo interrompere, riprendere, vedere e rivedere infinite volte e da tante prospettive e angolazioni.

E sono tanti i luoghi che possiamo visitare virtualmente o almeno digitalmente ovunque sia la nostra residenza, spostandoci da New York a Londra in pochi secondi e qualche click. Oltre ai Musei Vaticani di Roma che contengono al loro interno una vasta collezione d’arte e sculture classiche volute dai vari Papi nel corso dei secoli, possiamo fare un salto virtuale ad esempio al Guggenheim Museum di New York ad ammirare le opere di Piet Mondrian, Picasso e Jeff Koons “esposte” online e ben fotografate e complete di una scheda sull’artista … saltare poi al British Museum di Londra con i suoi otto milioni di pezzi unici e avvicinarci ad un dettagliatissima foto di un frammento del Partenone o essere incuriositi da dei vecchi timbri in bronzo rinvenuti a Pompei … poi ritornare in nord America per vedere il sito della National Gallery of Art di Washington con giochi interattivi, lezioni da scaricare, video didattici, risorse per gli insegnanti … e ancora il Metropolitan museum of art, con due milioni di opere d’arte da vedere anche se non si è materialmente a New York, da un autoritratto di Van Gogh alla “Adorazione dei Magi” di Giotto … e così in un viaggio senza fine passando per lo Smithsonian National museum of natural history tra immagini di mammiferi estinti e grandi fossili di dinosauri … fino alla città di Figueres in Catalogna, in Spagna, per vedere il Dalì Theatre museum, uno dei nostri preferiti perché qui il tour non è solo fotografico, ma autenticamente virtuale potendo esplorare di fatto alcune delle stanze dedicate al grande artista spagnolo.

Una grande novità ce la offre l’Art Project di Google Arts & Culture nato da una collaborazione, unica nel suo genere, con alcuni degli istituti d’arte tra i più prestigiosi al mondo, per consentire alle persone di scoprire e visualizzare online le opere d’arte con un livello di dettaglio straordinario. Tantissimi musei, migliaia di opere d’arte, monumenti … si può visitare la Casa Bianca a Washington o il Museo dell’Arte Islamica del Qatar o esplorare le raccolte di Arte di strada di San Paolo in Brasile o il Musée d’Orsay a Parigi in Francia, o ammirare gli incredibili dettagli del Tesoro nazionale giapponese di Hideyori Kano … si possono sfogliare i contenuti per nome dell’artista, opera d’arte, tipo di arte, museo, Paese, città o collezione.

Tour digitali per il marketing e la comunicazione

VIRTUAL TOUR PER TUTTI

Tante cose da vedere, ma altrettante sono ancora da scoprire: in Italia sono moltissimi infatti i luoghi, i musei, i monumenti, le opere d’arte o gli interi borghi, che ancora restano poco conosciuti al grande pubblico. Conoscete ad esempio il Vallone dei Mulini, un magnifica valle che si trova vicino Sorrento? O l’antica cittadina di Sant’Agata de’ Goti, vicino, Benevento che poggia su una terrazza tufacea posta tra due affluenti del fiume Isclero? Quanti conoscono il Castello di Sammezzano, una costruzione ellittica in stile moresco edificata nel 1605 a Regello vicino Firenze? Oppure il Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri, a Capo di Ponte vicino Brescia? Ecco allora che un tour digitale può veramente aiutare a far conoscere e a valorizzare gli splendidi territori del nostro Paese. I virtual tour possono diventare uno strumento per fare marketing, informazione e comunicazione in tutte le occasioni in cui “lo spazio” diventa un fattore strategico: dal turismo, all’istruzione, dall’arte alla cultura.

Il Virtual Tour è un nuovo strumento di comunicazione con forte impatto emotivo, che consente di creare percorsi di immagini da esplorare. Esperienze più che tour. Conoscenze che possono essere distribuite e condivise attraverso siti web, newsletter, social media e qualsiasi altro canale digitale. Oggi grazie all’enorme progresso degli strumenti hardware e software possiamo entrare con gli occhi e quasi con il corpo in parchi, zone archeologiche, aree monumentali, proponendo ai visitatori ricostruzioni tridimensionali di architetture scomparse, o rendere visitabile con i rendering tour, spazi progettati e sviluppati in computer grafica come ad esempio antichi templi o case.

Foto immersiva per un’esperienza unica

Ambienti esplorabili, che possono essere completati da commenti audio o grafici, impreziositi dalla presenza di contenuti relazionati e presentati sotto una veste grafica accattivante, di grande impatto visivo e soprattutto, nel caso di immagini di architetture esistenti, dalla straordinaria definizione fotografica e dalla grande ricchezza dei particolari.

Grandi spazi all’aperto come quelli di un antico borgo o luoghi chiusi come le navate di una cattedrale, corridoi di un museo o piazze di centri medievali: le immagini fotografiche a 360 gradi restituiscono sempre una sensazione immersiva molto vicina alla realtà. Il realismo può davvero sorprenderci e la possibilità di spostarci e osservare da diversi punti di vista ci può regalare nuove scoperte e nuove emozioni, a volte anche più di una visita reale. Questi tour virtuali, si costruiscono mettendo insieme tante immagini a 360° e che, grazie a un complesso processo di elaborazione e alla professionalità di chi lo realizza, vengono logicamente, cronologicamente e visualmente collegate tra di loro, finché, l’immagine che ne risulta viene “piegata” per poter essere esplorata da Pc come se si fosse presenti sul posto. Progetti multimediali che solo imprese altamente specializzate possono sviluppare.

La nostra professionalità a servizio dell’arte e della cultura

Affidarsi a Dimensione3 significa poter contare su un partner affidabile per riprodurre percorsi museali che consentano al visitatore di “portare con sé la mostra”, o promuovere un territorio con la visita di ambienti virtuali esplorabili offrendo la possibilità ai futuri turisti di valutare l’intera spazialità di una struttura o di un luogo, al contrario delle viste “parziali” offerte dalle fotografie. Scegliere Dimensione3 significa lavorare con un partner professionale capace di raccontare nuove storie grazie alle sue tecnologie, creando anche un impulso di crescita per l’economia locale.

Dimensione3 è in grado di sviluppare un prodotto di altissima qualità: oltre 300 tour realizzati e più di 200 clienti soddisfatti in Italia e all’estero sono il nostro biglietto da visita. Progetti che abbracciano diversi campi, oltre al turismo e ai beni culturali, realizziamo tour virtuali per i settori fiere, arredo, edilizia, architettura, immobiliare e nautica. E i nostri tour digitali possono essere arricchiti da funzionalità aggiuntive come TAG, etichette con testi, link, immagini di dettaglio e video, nonché collegamenti multimediali di approfondimento. E inoltre: versione per visori VR per una visione immersiva; pianta tecnica dello spazio scansionato; scansione e fornitura del modello 3D di uno spazio.

Noi di Dimensione3 siamo convinti che un buon tour digitale possa fare la differenza e promuovere realmente un progetto: inserire singole immagini navigabili a 360° e tour virtuali conferisce ai siti web dei musei o di altri spazi culturali dei nostri clienti un chiaro vantaggio competitivo; i nostri tour sono vere e proprie esperienze ricche di emozioni che catturano subito l’attenzione dei visitatori; cogliere colori, dettagli, stili, nell’insieme e nel particolare, significa coinvolgere i visitatori nell’esplorazione virtuale della situazione fotografata, dargli più tempo per approfondire e conoscere; … e poi, ricordiamolo, la realizzazione di un virtual tour non ha un costo “contatto” elevato dal momento che soprattutto grazie al web si può raggiungere un’infinita platea.  

Nel mondo dei beni culturali le potenzialità dei tour virtuali non sono ancora state sfruttate pienamente. La tecnologia informatica viene usata sempre più per arricchire la comunicazione delle informazioni all’interno di esposizioni e musei, ma il patrimonio culturale italiano è talmente ampio e di immensa qualità che piccoli e grandi tesori, opere d’arte e architetture originali, restano ancora chiuse in nicchie nascoste lontano dagli occhi del grande pubblico. Siamo a disposizione degli Amministratori di Enti Locali che desiderano promuovere con originalità il loro territorio e mettiamo la nostra esperienza al servizio di quei Direttori di Museo che vogliono realizzare tour virtuali in cui il visitatore può percorrere e osservare lo spazio dei loro piccoli o grandi gioielli con il massimo dettaglio.

In questo settore abbiamo realizzato virtual tour di cui andiamo particolarmente orgogliosi come il “Palazzo Ducale di Martina Franca” o la “Chiesa Rupestre di San Leonardo” a Massafra o il “Museo Fondazione Santomasi” di Gravina di Puglia. Intrattenimento, didattica, promozione, accessibilità, tante sono le potenzialità di un virtual tour. Progetti nati per unire presente e passato, per vivere la storia di un territorio in prima persona, raccontando in maniera innovativa l’universo del nostro patrimonio culturale e per rendere visibile l’invisibile.

 

No Comments

Add your comment